Antonin Artaud e l’incontro col MessicoAntonin Artaud


Conferenza Artaud ContemporArtPrimitivismo e mito nell’opera artaudiana degli anni Trenta

A cura del prof. Sergio Crapiz

Domenica 18 dicembre alle ore 17.00 presso Contemporart  Ospitale D’Arte-Villa Piaggio (Cso Firenze, 24) continua il ciclo di conferenze che approfondisce il rapporto tra arte e follia.

Per A.Artaud la spinta al viaggio deriva dalla volontà di evadere dal vecchio “io” e dal vecchio mondo, vissuti come una realtà imposta, condizionata, inautentica. Il soggiorno messicano costituisce per lo scrittore francese una svolta fondamentale: se all’occidente europeo viene imputato di aver separato l’arte dalla vita, il pensiero dall’azione, la carne dallo spirito, il Messico dei Tarahumara è riuscito, nell’attualizzazione dell’immediato a quella perfetta fusione di identità e natura perseguita dallo scrittore.

In contemporanea è possibile visitare la mostra  fotografica “Des Rives” di Mario Del Curto sull’ universo creativo di due artisti fuori dalla norma: Bonaria Manca e Melina Riccio.

Ingresso libero e gratuito

Sorry, no translate for this content

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.